Eventi

CONOSCI TE STESSO

Ago 29, 2019 No Comment

WORKSHOP DI 12 INCONTRI

Gli incontri sono trasmessi dal vivo online in videoconferenza.

Si prega cortesemente di confermare entro
cinque giorni prima dell’inizio del workshop.

Primo incontro (di 12)
Giovedì 19 settembre dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: La Quarta Via

In questo incontro cercheremo di comprendere cos’è la Quarta Via, da dove nasce, e perché è considerato un Sistema. Accenneremo anche ad alcuni passaggi contenuti nel rarissimo libro intitolato ‘Le ultime memorie di un mago’ che parla degli ultimi giorni di vita di P.D. Ouspensky e dei motivi che lo portarono a concepire una rivisitazione di un Sistema a cui lui stesso aveva dato ‘vita’, grazie alla collaborazione con il suo maestro G.I. Gurdjieff.


Secondo incontro (di 12)
Giovedì 26 settembre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: Auto-osservazione

“Osservando sé stesso, un uomo scoprirà una quantità di aspetti molto importanti del suo essere. Per cominciare constaterà, con chiarezza indubitabile, il fatto che le sue azioni, i suoi pensieri, i suoi sentimenti e le sue parole sono il risultato di influenze esteriori, e che nulla proviene da lui. Egli comprenderà e vedrà che è effettivamente un automa che agisce sotto l’influenza di stimoli esterni. Egli sentirà la sua completa meccanicità. È una macchina comandata dall’esterno da shock accidentali. Capirà che, se rimane lo stesso e non fa nulla di inatteso è semplicemente perché non si verifica alcun cambiamento esteriore inatteso. Capirà che le sue azioni sono interamente comandate dalle condizioni esterne e che non ha in sé nulla.”
P.D. Ouspensky, Frammenti di un insegnamento sconosciuto (parla G.I. Gurdjieff)


Terzo incontro (di 12)
Giovedì 3 ottobre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: i piccoli scopi

Forse non possiamo cambiare gli eventi esterni, le persone che ci circondano, ciò che ci accade o ciò che succede. In questo senso non possiamo far altro che cooperare con l’inevitabile. Interiormente, tuttavia, possiamo cambiare il modo in cui noi rispondiamo a determinati stimoli e per far questo dobbiamo comprendere il ruolo importante dei piccoli scopi.


Quarto incontro (di 12)
Giovedì 10 ottobre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: conoscenza di sé ovvero, i tanti ‘io’

“Se cominciamo a studiarci ci imbattiamo, prima di tutto, in una parola che usiamo più di ogni altra: la parola ‘io’. Diciamo: ‘io sto facendo’, ‘io sto seduto’, ‘io sento’, ‘io amo’, ‘io non amo’, e così di seguito. Questa è la nostra principale illusione, in quanto il maggior errore che facciamo riguardo a noi stessi è quello di considerarci come uno; parliamo di noi stessi come ‘io’, e supponiamo di riferirci sempre alla stessa cosa, mentre in realtà siamo divisi in centinaia e centinaia di ‘io’ differenti. Questi ‘io’ cambiano continuamente; uno soffoca l’altro, uno rimpiazza l’altro, e tutta questa lotta forma la nostra vita interiore.”
P.D. Ouspensky, Frammenti di un insegnamento sconosciuto (parla G.I. Gurdjieff)


Quinto incontro (di 12)
Giovedì 17 ottobre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: uomini n. 1, 2, 3 e i quattro centri inferiori

Gurdjieff classificava le persone secondo il tipo di intelligenza prevalente e pensava che una delle principali cause della nostra mancanza di unità interiore fosse il fatto di possedere quattro differenti cervelli, anziché uno solo. Questi cervelli competono per ottenere l’energia – sessuale – ed ognuno di essi pretende di essere la vera identità dell’individuo. Ognuna di queste ‘menti’ chiama se stessa “io” e tende a parlare in nome dell’intera persona. La descrizione di Gurdjieff unisce la funzione motoria a quella istintiva ed usa il termine “uomo numero uno” per riferirsi al soggetto di cui determinano il comportamento. Quello sottoposto alla mente emozionale, è chiamato “uomo numero due” e quello diretto dal centro intellettuale, ovvero che opera attraverso idee e concetti, “uomo numero tre”. Tutti e tre si trovano nella stessa condizione di meccanicità, non si comprendono tra loro, vedono il mondo in maniera diversa ed agiscono per motivi completamente differenti.


Sesto incontro (di 12)
Giovedì 24 ottobre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: il centro intellettuale

Il centro intellettuale è quello che di solito è considerato il cervello. Tendenzialmente è indicato col termine ‘intelligenza’, anche se è solo una delle intelligenze che l’uomo possiede e, peraltro, la più fragile, la meno affidabile e l’ultima a svilupparsi. È questo il cervello che distingue gli esseri umani dagli animali, grazie alla sua capacità di usare simboli. Essendo il più lento dei centri è naturale cominciare da questo per introdurre il Sistema e le sue idee.


Settimo incontro (di 12)
Giovedì 31 ottobre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: il centro motorio

Il centro motorio controlla i movimenti acquisiti e lavora in stretta collaborazione con quello istintivo, pur essendone separato. È il centro che produce tutto il movimento fisico ed il piacere ad esso associato, e tutta la visualizzazione dello spazio tridimensionale. Con questo centro apriamo le porte, balliamo e risolviamo complessi problemi di ingegneria. Oggigiorno paghiamo assai bene chi eccelle in questa funzione: atleti, inventori, programmatori. Quando s’impara ad eseguire certi movimenti, anche molto complicati come quelli necessari a guidare un’automobile o a pilotare un aereo, è possibile eseguirli molto velocemente e meccanicamente. Per un bambino, ad esempio, è molto difficile imparare ad allacciarsi le scarpe, ma una volta che lo ha fatto e ripetuto per centinaia di volte, ci riuscirà senza prestare la minima attenzione.


Ottavo incontro (di 12)
Giovedì 7 novembre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: il centro istintivo

L’intelligenza istintiva è quella che mantiene in vita l’organismo, che controlla i vari apparati del corpo, la circolazione del sangue, la digestione, la respirazione, il metabolismo, che combatte le malattie, le infezioni e gestisce tutti i processi che preservano il flusso vitale in un corpo sano o cercano di ristabilirlo in uno malato. Il centro istintivo riceve le percezioni catturate dai sensi: vista, udito, tatto, gusto e olfatto. Questo centro sovrintende all’energia del corpo fisico, può fornire enormi quantità di energia in momenti di pericolo e può far sì che il corpo si addormenti e cada nel primo livello di coscienza – cioè nell’inconscio – quando c’è bisogno di riposo e di rifornire il corpo di energia.


Nono incontro (di 12)
Giovedì 14 novembre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: il centro emozionale

La funzione emozionale è quella attraverso la quale ci mettiamo in relazione con gli altri e compiamo discriminazioni estetiche; laddove la funzione intellettuale produce parole, quella emozionale produce immagini. Questi due centri utilizzano simboli differenti e perciò è difficile che riescano a scambiarsi i loro sistemi cognitivi. Per diverse ragioni, è il centro più difficile da osservare tra le quattro funzioni inferiori e agisce più velocemente delle altre. Uno degli ostacoli più grandi al Lavoro con il centro emozionale è la continua espressione delle emozioni negative.


Decimo incontro (di 12)
Giovedì 21 novembre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: fede e verifica

“All’inizio, non vi è nulla di più difficile che il verificare se il Lavoro sia giusto o falso, se le direttive ricevute siano corrette o sbagliate. La base di conoscenza teorica può essere in questo caso utile, perché permette ad un uomo di giudicare più facilmente questo aspetto del Lavoro. Egli sa ciò che conosce e ciò che ignora. Egli sa ciò che può essere o non essere imparato con mezzi ‘ordinari’. E se impara qualcosa di nuovo, qualcosa che non può essere imparato in modo ordinario, a partire dai libri o seguendo dei corsi, tutto ciò è fino a un certo punto una garanzia che possa essere giusto anche l’altro aspetto, quello pratico.”
P.D. Ouspensky, Frammenti di un insegnamento sconosciuto (parla G.I. Gurdjieff)


Undicesimo incontro (di 12)
Giovedì 5 dicembre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: parte positiva e negativa dei centri

Il Lavoro viene spesso visto o percepito come ‘negativo’ in quando focalizza fortemente l’attenzione su ciò che un allievo o esploratore non dovrebbe fare. Poiché all’inizio del Lavoro siamo intrisi di atteggiamenti negativi e spesso sbagliati acquisiti con anni e anni di ripetizioni e imitazione, è ovvio che il Lavoro si focalizzerà principalmente sul riequilibrio della macchina e nel cercare di creare degli atteggiamenti positivi attraverso il lavoro diretto sugli aspetti più meccanici o nefasti che ci tengono nel sonno. Ma il Lavoro non è solo questo e non è possibile operare solamente con le parti negative dei centri.


Dodicesimo incontro (di 12)
Giovedì 12 dicembre
dalle ore 20:30 alle ore 21:30
Soggetto dell’incontro: finalità del Sistema

“L’evoluzione è il risultato di una lotta cosciente. La natura non ha bisogno di tale evoluzione; anzi non la vuole e la combatte. L’evoluzione può essere necessaria soltanto a colui che si renda conto della sua situazione e della possibilità di cambiarla, e diventi consapevole di avere dei poteri che non usa, come delle ricchezze che ancora non vede.”
P.D. Ouspensky, Frammenti di un insegnamento sconosciuto (parla G.I. Gurdjieff)

Il workshop intitolato “Conosci te Stesso” è composto di 12 incontri e la donazione di 120 euro dovrà essere effettuata anticipatamente per tutti gli incontri. Alla donazione, bisognerà aggiungere 20 euro una tantum per l’iscrizione all’associazione. L’iscrizione sarà valida dall’1 settembre 2019 al 31 agosto 2020. L’iscrizione non comporta nessun obbligo e non si rinnova automaticamente. Per saperne di più clicca qui.

Gli incontri saranno online in videoconferenza e, come sempre, registrati. Coloro che quindi non potranno partecipare ad un evento lo potranno rivedere anche successivamente.

Per saperne di più inviate un WhatsApp al 3317672137.

Sia i workshops che i seminari vengono registrati ed è eventualmente possibile visionarli anche successivamente per coloro che avranno avuto difficoltà a seguire un determinato incontro.

Il giorno stesso dell’incontro viene inviato un link che basterà cliccare pochi minuti prima per collegarsi all’evento.

La piattaforma utilizzata è Zoom (simile a Skype). È possibile che al primo collegamento il sito richieda di effettuare una breve registrazione che potrà essere eseguita con pochi minuti. Potete scaricare l’applicazione per il vostro Apple cliccando qui; per gli altri sistemi operativi potete scaricare su Google Play cliccando qui.

Per scaricare il modulo di adesione clicca qui
Per saperne su come funziona clicca qui.

You Might Also Like

Cena & Aperitivo intenzionale

Seminario di settembre

Il Ricordo di Sé: 27 giugno, Brescia – ore 19

Incontro online aperto: Trovare la gioia nel Lavoro

Seminario agosto: conosci te stesso

Oltre il sogno: 16-17-18 novembre

Oltre la meccanicità

Seminario Novembre 2019

Koinè 2.0

Seminario luglio: Quarta Via & P.D. Ouspensky

Incontro online in video conferenza aperto a tutti

ZEROCHIACCHIERETOUR

Cena Esoterica a Roma: 2° e 4° martedì di ogni mese

Lascia un commento