Regolamento Interno

TITOLO I
Premessa

1. Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi interni, così come i diritti e i doveri delle persone che a qualsiasi titolo operano per nome e per conto dell’Associazione. Allo stesso modo il presente regolamento individua ruoli e compiti dei membri al fine di delineare nel dettaglio le linee organizzative ed operative non espressamente descritte all’interno dello Statuto Sociale.
2. Il regolamento interno è proposto dal Consiglio Direttivo all’Assemblea ordinaria dei Soci, riunita secondo le modalità indicate dallo Statuto.
3 Questo regolamento modifica di fatto alcuni punti dello statuto.

TITOLO II
Organizzazione interna

Al fine di consolidare un’organizzazione interna che garantisca continuità ed efficienza all’interno dell’Associazione, il presente regolamento sancisce l’istituzione delle sotto elencate figure di riferimento e ove necessario specifica la loro funzione, diritti, doveri e possibilità:

Presidente:
1. Rappresenta legalmente l’Associazione.
2. Convoca e presiede l’Assemblea dei Soci e il Consiglio Direttivo, firmandone i relativi verbali.
3. Assicura lo svolgimento organico e unitario dell’Associazione.
4. Sovrintende la gestione amministrativa ed economica dell’associazione, di cui firma gli atti.
5. Si stabilisce con questo regolamento interno che in caso di numero pari di soci aventi diritto voto
(incluse le deleghe), il voto del Presidente al momento della delibera vale per due.

Segretario:
6. Sostituisce il Presidente in caso di assenza.
7. Provvede alla tenuta e all’aggiornamento del Registro dei soci sia a livello cartaceo che online
8. Provvede al disbrigo della corrispondenza.

Consigliere:
9. Redige e conserva i verbali delle riunioni dell’Assemblea dei soci e del Consiglio.

Tesoriere:
10. E’ incaricato della gestione contabile e amministrativa.
11. Provvede alla tenuta dei registri e della contabilità dell’Associazione, nonché alla conservazione della documentazione relativa, con l’indicazione nominativa dei soggetti eroganti.
12. Provvede alla riscossione delle entrate e al pagamento delle spese in conformità alle decisioni del Consiglio Direttivo.

Aiuto Tesoriere:
13. Nelle sedi secondarie dell’associazione – chiamate case Koinè –  che sono state riconosciute dall’associazione culturale Koinè con voto dell’assemblea, raccolga le quota annuali, le donazioni mensili e rilasci le ricevute.
14. Aiuta con l’iscrizione al sito e con la compilazione dei moduli per la registrazione all’associazione.
15. Gestisce, se necessario, la cassa del centro.
16. Fa riferimento al Tesoriere.

Assemblea dei soci:
17. Esamina e approva i bilanci preventivi e consuntivi.
18. Delibera lo scioglimento dell’Associazione.
19. Approva la relazione annuale del Presidente sull’andamento dell’Associazione.
20. Approva il programma annuale di attività proposto dal Consiglio Direttivo.
21. Approva il Regolamento predisposto dal Consiglio Direttivo.
22. Approva le lettere di richiamo ai membri che hanno mantenuto atteggiamenti inappropriati (o in qualche modo in contrasto con la direzione e la finalità dell’associazione) all’interno o all’esterno dell’associazione stessa.
23. Tutti i soci posso partecipare all’assemblea dei soci, prendere parte alla discussione e votare le proposte, ammesso che siano in regola con le donazioni da almeno 9 mesi consecutivi (si considerano in regola coloro che non hanno effettuato nessuna donazione ma hanno ricevuto dall’assemblea dei soci una “eccezione” che è stata registrata nell’apposito registro delle assemblee).
24. Possono partecipare alle assemblee e prendere parte alla discussione ma non votare, coloro che non hanno effettuato nessuna donazione negli ultimi 60 giorni (dalla data dell’ultima donazione).
25. Non possono prendere partecipare all’assemblea dei soci coloro che non hanno effettuato nessuna donazione negli ultimi 90 giorni (dalla data dell’ultima donazione)

Consiglio Direttivo:
26. Programma e attua i progetti.
27. Dirige tecnicamente a livello amministrativo e gestionale l’Associazione.
28. Gestisce a livello ordinario e straordinario l’Associazione.
29. Delibera l’ammissione e la decadenza dei soci.
30. Nomina il Segretario, il Tesoriere e gli aiuti tesorieri.
31. Redigere il Regolamento contenente le norme per il funzionamento dell’Associazione.
32. Redigere il programma di lavoro annuale dell’Associazione da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea.
33. Le riunioni del Consiglio direttivo sono presiedute dal Presidente in carica coadiuvato nella redazione dei verbali dal consigliere. Qualora fosse assente il Presidente del Consiglio direttivo, la riunione verrebbe presieduta dal segretario, in caso di assenza del segretario dal consigliere. Responsabile organizzativo del centro che:
34. Raccolga le proposte dei vari soci-studenti del centro.
35. Raccolga e sintetizzi le possibili problematiche o punti di forza all’interno del centro.
36. Dialoghi con il responsabile organizzativo nazionale con almeno un incontro mensile online.

Responsabile nazionale organizzativo che:
37. Con almeno un incontro mensile online raccolga le proposte/problematiche/punti di forza dei vari responsabili organizzativi del centro.
38. Riferisca con una relazione scritta quanto raccolto con l’incontro online al presidente dell’associazione culturale Koinè.
39. Suggerisca al CD dell’associazione possibili soluzioni alle questioni sollevate dai vari soci-studenti.

TITOLO III
Tipi di membri e soci

​Socio Fondatore:

1. Sono Soci Fondatori le persone che hanno sottoscritto l’Atto Costitutivo.
Socio ordinario:
2. Tutti i soci, inclusi i fondatori, che sono in regola con le donazioni, la quota annuale e partecipano a seconda delle richieste e possibilità alle attività dell’associazione sia online che off-line.
3. Per questioni organizzative all’interno dell’associazione si riconoscono due tipi di figure specifiche: il socio-esploratore ed il socio-allievo.
4. Tutti i soci devono iscriversi all’associazione culturale compilando i moduli e pagando la quota associativa annuale. L’iscrizione si effettua solamente una volta e si rinnova di anno in anno versando la quota annuale stabilita dal CDA entro il 15 settembre.

5. Il gruppo dei soci-esploratori,  è formato da coloro che sono interessati a conoscere l’Associazione culturale e farne parte, esplorando le varie possibilità che essa offre. Sono coloro che forse si interfacciano per la prima volta con le idee della Quarta Via e vogliono comprendere meglio cosa significhi, iniziando un percorso lungo questa Via. Un esploratore potrebbe anche essere una persona che ha già fatto parte in passato di un altro gruppo di Lavoro ed essendo già a conoscenza delle possibili dinamiche e tendenze che si potrebbero sviluppare al suo interno, decide di prendere del tempo prima di proseguire il cammino nell’ambito di una nuova Organizzazione. Un’altra possibile categoria di esploratori potrebbe essere composta da persone che pur avendo compreso la necessità di Lavorare su loro stesse, come la necessità di partecipare ad un gruppo e di avere una guida, non si sentono abbastanza motivate a pagare o elargire donazioni per questo tipo di esperienza. Ci sono infine persone che hanno delle oggettive difficoltà a poter partecipare con costanza alle attività od agli incontri dell’Associazione o che, per altri motivi di carattere personale, necessitano di un periodo di rodaggio prima di riuscire ad intraprendere un Lavoro che miri più allo sviluppo dell’Essere piuttosto che all’acquisizione di una nuova o differente conoscenza.

6. Come contributo all’Associazione culturale versano solamente la quota associativa annuale, pari a 20 euro.

​Per questa donazione il socio-esploratore ha​​ la possibilità di:

7. Far parte di un gruppo di lavoro privato su Whatsapp.

8. Partecipare ai Workshop online in videoconferenza dal vivo versando la donazione pari a 10 euro ad incontro. Un workshop normalmente è composto da 12 incontri e la quota dovrà essere versata per intero anticipatamente.

9. Partecipare alle serate di Sant’Agostino e incontri di gruppo personalizzati offrendo una donazione pari a 15 euro ad incontro.

10. Visionare i seminari dei mesi precedenti che sono stati registratati effettuando una donazione pari a 70 euro per 4 incontri.

11. Visionare i i workshop dei mesi precedenti che sono stati registratati effettuando una donazione pari a 180 euro per 12 incontri.

12. Avere degli incontri personali – sia dal vivo che online in videoconferenza – con il fondatore Fabrizio Agozzino che daranno la possibilità di affrontare, da un punto di vista di uno studente/allievo della Quarta Via, tutte quelle questioni personali che per motivi sia di tempo sia di spazio non è possibile affrontare con gli incontri di gruppo e i seminari. Per questi incontri personali è richiesta una donazione pari a 100 euro per 4 ore di conversazione che sarà possibile effettuare in più incontri per un minimo di 60 minuti ad incontro ed un massimo di 120 (due ore).

​13. ​Partecipare ad eventi nazionali ed internazionali organizzati dalla Koinè. Leggi qui per maggiori informazioni.

​14. Pernottare nelle case d’insegnamento presenti nel territorio nazionale contribuendo con una donazione pari a 25 euro a notte.


15.
Il gruppo dei Soci-allievi, è formato da coloro che hanno già acquisito alcune nozioni di base dei principi della Quarta Via. L’impegno che viene loro richiesto, ricordando che impegno non significa “obbligo”, è dimostrare un po’ di pazienza e costanza nel Lavoro. L’Allievo ha quindi compreso la necessità di un lavoro costante, metodico e mirato ed è interessato non solo alla conoscenza teorica, ma anche e, soprattutto, ad un Lavoro pratico che lo possa aiutare a sviluppare il proprio Essere.

16. Come contributo all’associazione, oltre a dover versare la quota associativa annuale pari a 20 euro (10 euro dal secondo anno consecutivo), si assumono l’impegno di offrire una donazione mensile pari a 60 euro, per tutto l’anno sociale in corso e cioè da settembre a dicembre. In ragione del fatto che dodici mesi sono un periodo minimo per poter stabilire, da entrambe le parti, se c’è una reale “relazione di Lavoro”.

​​Per questa donazione il socio-allievo ha il diritto di:

17. Partecipare a un seminario online composto da quattro (4) incontri online dal vivo, i primi quattro lunedì del mese dalle 20.30 alle 21.30, su un tema specifico della ‘Quarta Via’.

18. Far parte di un gruppo di lavoro privato su Whatsapp.

19. Partecipare alla serate di Sant’Agostino il terzo mercoledì di ogni mese dalle ore 20.30 alle ore 21.30

20. Avere degli incontri personali – sia dal vivo che online in videoconferenza – con il fondatore Fabrizio Agozzino che daranno la possibilità di affrontare, da un punto di vista di uno studente/allievo della Quarta Via, tutte quelle questioni personali che per motivi sia di tempo sia di spazio non è possibile affrontare con gli incontri di gruppo e i seminari. Per questi incontri personali è richiesta una donazione pari a 100 euro per 4 ore di conversazione che sarà possibile effettuare in più incontri con un minimo di 60 minuti ad incontro.

Ha inoltre la possibilità di:

​21. Partecipare agli ‘workshop’ che organizza l’associazione con una donazione pari a 5 euro ad incontro.

22​. Rivedere tutti gli incontri del seminario del mese corrente per cui si è effettuata la donazione in quanto verranno registrati e resi disponibili circa due giorni dopo l’incontro che è stato tenuto dal vivo.

23. Partecipare ad eventi nazionali ed internazionali organizzati dall’associazione culturale Koiné.

24​. Pernottare nelle case d’insegnamento presenti nel territorio nazionale contribuendo con una donazione pari a 25 euro notte.

25​. Il socio-membro attivo non versando per due volte la quota mensile durante l’anno sociale in corso, diventa automaticamente membro-socio.

26. Per poter passare nuovamente alla categoria di ‘membro-socio attivo’ dovrà effettuare la donazione per i seminari passati per il quale non ha versato la donazione acquisendo la possibilità anche di poterli visionare in quanto registrati.​

TITOLO IV
Esclusione del socioL’esclusione dalla qualità di Socio Ordinario è deliberata dal Consiglio Direttivo e si perde per:
1. Dimissioni, decesso, esclusione, non aver rinnovato la quota d’iscrizione annuale.

Per la prassi di espulsione:
2. Dal 15 ottobre di ogni anno, il consiglio direttivo ha la facoltà di riunirsi e stilare un elenco di chi non ha versato la quota annuale ed invia ai soci nell’elenco, tranne nei casi di decesso o dimissione volontaria, una lettera via e-mail in cui si invita il socio a versare la quota annuale.
3. In caso non venga versata la quota, non sia stato presentato ricorso, né il socio abbia risposto con lettera cartacea, fax, email, messaggio WhatsApp, entro 15 giorni dall’invio della richiesta, il Consiglio Direttivo ha la possibilità di verbalizzare una delibera di espulsione dei singoli soci.

Costituisce causa di sospensione e/o esclusione anche:
4. Lo svolgimento di attività incompatibili con quelle dell’Associazione o comportamento contrastante con gli scopi e lo stile dell’Associazione.
5. L’appartenenza o la collusione, in qualsiasi modo, ad associazioni criminali.
6. Una condotta palesemente e gravemente contraria ai principi, alle finalità, agli scopi dell’Associazione o alla sua azione.
7. Il creare “consigli direttivi” senza autorizzazione in seno ad un gruppo operante in una città come sede secondaria dell’associazione.
8. Il grave utilizzo di fondi devoluti all’associazione senza aver chiesto autorizzazione al Consiglio Direttivo dell’Associazione.
9. Raccogliere fondi senza aver chiesto autorizzazione al Consiglio Direttivo dell’Associazione.
In particolar modo:
10. L’associazione richiede che i soci dell’associazione si astengano dall’esprimere “forti emozioni negative” sia verbalmente che corporalmente o che creino intenzionalmente situazioni di estremo disagio psicologico tra i soci. Il venire meno a queste richieste è motivo sufficiente all’invio di una lettera di richiamo da parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione culturale Koinè.
11. Per la lettera di richiamo è richiesto il voto unanime del CD e successiva verbalizzazione.
12. Alla terza lettera di richiamo si è espulsi dall’associazione.
13. Non è possibile inviare ai soci più di una lettera di richiamo nell’arco di trenta giorni. Fa fede la data di invio dell’email al membro-socio o studente-socio.
14. Entro 10 giorni dal voto favorevole del CD, deve essere notificata al socio tramite semplice email la decisione presa dall’assemblea.
15. Il socio ha tempo 10 giorni dalla data di ricezione dell’email, per presentare ricorso scritto via e-mail al consiglio direttivo. Nella lettera devono essere incluse chiaramente le ragioni per cui si fa ricorso.
16. Entro 15 giorni dalla ricezione del ricorso viene indetta l’assemblea dei soci e valutato il ricorso. 17. Il membro-socio o studente-socio ha la possibilità di partecipare all’assemblea senza tuttavia prendere parte al voto.
17. Dovranno essere a favore all’annullamento della lettera di richiamo il 50%+1 degli aventi diritto al voto.
18. Se la decisione non cambia, si verbalizza l’assemblea e si può considerare il socio in esame espulso a tutti gli effetti, se è alla terza lettera, oppure registrare la lettera di richiamo.
19. Sia in caso di voto positivo che negativo viene inviata una email al socio, entro 10 giorni dalla data in cui si è svolta la riunione dell’assemblea, per far conoscere l’esito della votazione in caso in cui non fosse presente alla stessa.

TITOLO V
Quota associativa

1. L’anno sociale inizia l’1 settembre e termina il 31 agosto.
2. La donazione per l’iscrizione all’associazione culturale è di 20 euro per il socio-esploratore e per il socio-allievo
3. Al secondo anno consecutivo di adesione all’associazione il socio-allievo può effettuare una donazione pari a 10 euro.

TITOLO VI
Centri e Case di Lavoro

1. La Koinè è un’associazione culturale che opera principalmente online. I suoi membri sono infatti dislocati su tutto il territorio nazionale e internazionale. Tuttavia, per poter operare anche a livello locale, vengono costituiti su richiesta dei soci-studenti dei luoghi ufficiali dove i membri della stessa associazione possono incontrarsi, dirigere incontri, webinar, workshop, seminari e tutte le attività connesse all’associazione culturale Koinè. Questi luoghi di aggregazione son chiamati ‘case di lavoro’.
2. I luoghi dove i membri vivono ed operano per conto dell’associazione sono chiamati ‘case di Lavoro’.
3. Ad oggi, sono presenti nel territorio nazionale due centri, uno a Brescia ed uno a Roma dove è attiva una casa di lavoro. E’ qui che si svolgono la maggior parte delle attività dal vivo.
4. Per poter dar vita ad un ‘centro’ bisogna che il CDA si esprima in senso favorevole con il 50% + 1 dei voti.
5. Per l’apertura di una casa d’insegnamento è necessario un voto positivo del 50% + 1 dei membri alla prima assemblea successiva alla data di richiesta da parte di almeno tre membri interessati.
6. La Koinè e tutti i suoi soci si impegnano a sostenere spiritualmente, emozionalmente ed economicamente le case d’insegnamento riconosciute con voto dell’assemblea dei soci.

Lascia un commento