Articoli Recensione Film

Le strane coincidenze della vita

Ott 31, 2019 No Comment
I Heart Huckabees – 2004

“I Heart Huckabees” è un film indipendente americano uscito in Italia con il nome “Le strane coincidenze della vita” nel 2004. Accade spesso con film ‘particolari’ che lo sceneggiatore, il regista e il produttore siano riuniti in un unica figura; “I Heart Huckabees” non fa eccezione ed infatti David O. Russell è la mente dietro a questo interessante film, unico nel suo genere. Se non ci fossero persone che davvero sentissero e credessero pienamente in un progetto alternativo, nessuno prenderebbe mai il rischio – elevato in questo caso – di un flop al botteghino. Da un punto di vista economico il film non è stato un errore, ma nemmeno un successo.

Dato il soggetto complesso e un pò folle, il regista e produttore ha pensato bene – proprio per controbilanciare l’alto rischio d’insuccesso al botteghino – di raccogliere un cast di assoluto valore: Jason Schwartzman, Jude Law, Mark Wahlberg, Naomi Watts e un giovanissimo Jonah Hill (The Wolf of Wall Street).

Dustin Hoffman, Lily Tomlin e Isabelle Huppert sono ‘detective esistenziali’ che approcciano la vita e l’evoluzione da due punti di vista apparentemente distanti e opposti: secondo il duo Hoffman-Tomlin tutto è interconnesso e per mezzo dell’amorevolezza e della comprensione è possibile sentire ‘il tessuto del lenzuolo’ – come lo chiama Hoffmann – in contrapposizione con l’insegnamento diretto, spietato e crudele della Huppert.

I due ‘protegidi’ di questa storia sono Albert Markovski – Jason Schwartzman – e Tommy Corn – Mark Wahlbeg, che si confronteranno entrambi, sia insieme che separatamente, prima con la teoria della coppia Hoffman-Tomlin e poi con quella della Huppert.

Direttamente e indirettamente si fa costantemente riferimento alla necessità di vedere le cose con distacco e da uno stato di consapevolezza differente che possa permettere l’accettazione e la trasformazione della sofferenza. Entrambi gli insegnanti sono spietati, anche se i loro metodi divergono, e la lotta sia interiore che esteriore che lo spettatore vive per mezzo dei due ‘allievi’, per quanto divertente e irriverente, trasuda di verità e dolore. Ho apprezzato che pur essendo un film profondo riesce a rimanere leggero e a far sorridere.

Man mano che i due allievi e compagni di viaggio vanno attraverso la fase di ‘smantellamento’ della personalità e quindi il de-condizionamento della società e della famiglia, sono costretti dagli eventi a testare per conto proprio la veridicità delle due filosofie di vita, per realizzare – infine – che utilizzando gli giusti strumenti e filtri le due metodologie non sono in contrapposizione ma sovrapponibili.

Parafrasando il poeta persiano Hafez: “L’amore non è sempre dolce, ma è dolce imparare ad amare”.

Buona visione,
Fabrizio Agozzino

Per saperne di più sul film clicca qui

You Might Also Like

Requisiti per iniziare a Lavorare

Auto osservazione e conoscenza di sé

Anno sociale 2018-2019

Cosa sto cercando? Di cosa penso di aver bisogno? Di chi?

Scala & Relatività

Whiplash

Incontro online aperto: Trovare la gioia nel Lavoro

Cena & Aperitivo intenzionale

Etica e Quarta Via

Karma individuale

Sfide esoteriche

Trarre profitto da tutto

Scopi ed Esercizi

Bisogno di menzogna!

Koinè 2.0

Lavorare con tre centri: polpette di ceci!

Note sulla decisione di dedicarsi al Lavoro

ZEROCHIACCHIERETOUR

L’Ottava Nota

Incontro online in video conferenza aperto a tutti

La natura del pagamento

Biografia P.D. Ouspensky

Biografia di G.I. Gurdjieff

Fuoco Mistico

Tempo Esoterico

La fede nel Lavoro

Evolvere

Olismo

L’arte della ricapitolazione

Invito alla ricerca e al viaggio

Comprensione

Oltre il Sogno

La ballata di Buster Scruggs

Capharnaüm 

Guadagnare da ogni esperienza

Buddha ha detto

L’arte della condivisione: lavorare con Whatsapp

Scuole e gruppi di lavoro

Il Diavolo

L’ultimo uomo nero a San Francisco

Mr. Nobody

Trasformazione della Sofferenza

Per breve tempo

Knight of Cups

Oltre la meccanicità

Lascia un commento