L’arte della condivisione: lavorare con Whatsapp
Articoli

L’arte della condivisione: lavorare con Whatsapp

Ago 19, 2018 No Comment


Whatsapp è un’applicazione estremamente utile non solo per contattare altre persone con messaggi scritti, ma anche per effettuare  chiamate, video chiamate, condividere fotografie, data files, messaggi vocali, creare gruppi privati, etc.

L’associazione Koinè offre a tutti i suoi membri la possibilità di far parte di un gruppo privato e proprio per questo motivo ho ritenuto utile condividere alcuni suggerimenti che credo possano aiutare i vari partecipanti a mantenere la rotta ascendente e avere dei punti di riferimento su come operare all’interno del gruppo.

La maggior parte dei suggerimenti che condividerò potranno apparire scontati, ma proprio perché falliamo nel metterli in atto – per mancanza di volontà o attenzione – che i vari gruppi privati, inclusi quelli di Whatsapp, lentamente decadono e muoiono tra l’indifferenza e la noia dei suoi partecipanti.

Gli scopi principali del gruppo Whatsapp nella Koinè:

– poter condividere le proprie comprensioni ed esperienze con gli altri membri del gruppo. Queste esperienze possono essere condivise in differenti modi: poesie, citazioni, frasi personali, immagini, fotografie, etc.
– la possibilità di formulare domande.
– la possibilità di rendere operativi e ancora più pratici i seminari e gli incontri che teniamo settimanalmente.

Sono dei suggerimenti e non vanno applicati in modo rigido o formatorio: relatività.

1. Quando stai per condividere un messaggio, una immagine, etc, domandati: è rilevante rispetto agli scopi del gruppo?

2. Non rispondere immediatamente ad un messaggio: un condivisone serrata lascia poco spazio all’intenzionalità. Se vuoi rispondere facendo capire che apprezzi quanto è stato condiviso è meglio utilizzare una ’emoticon’, ad esempio il cuore o le mani congiunte, piuttosto che le parole. Rispondendo con una ’emoticon’ il messaggio è diretto e chiaro per tutti e non c’è nulla da dover leggere per gli altri. Puoi sempre inviare un messaggio privato alla persona che ha condiviso il messaggio che hai apprezzato. Non bisogna sempre ringraziare per quanto viene condiviso. Ringraziare tutti a fine giornata potrebbe essere lo scopo del moderatore/responsabile del gruppo.

3. Ricordati che sei in un gruppo. Quando inizi un dialogo prolungato a due all’interno della chat, stai probabilmente tagliando fuori dalla discussione gli altri partecipanti: prosegui la condivisione privatamente, non nel gruppo. Seconda linea di lavoro.

4. Spesso scriviamo come parliamo e crediamo che gli altri leggano con la nostra voce e che intendano le parole esattamente come noi. Ricorda questo: è difficilissimo condividere con gli altri i propri pensieri e il proprio mondo interiore. Condividere è un’Arte.

5. L’attenzione è limitata. Leggere e comprendere richiede tempo, energia e pazienza. Cerca quindi di semplificare al massimo i messaggi, soprattutto quelli scritti. Discorsi complessi non possono essere affrontati su Whatsapp.

6. Offri degli esempi semplici e possibilmente personali se intendi far comprendere qualcosa agli altri.

7. Controlla sempre il messaggio prima di inviarlo. Gli errori ortografici e/o grammaticali non aiutano a leggere e comprendere il messaggio. Considera esternamente gli altri.

8. Se hai la possibilità, utilizza Whatsapp dal tuo pc e non dallo smartphone.

9. Se c’è un responsabile del gruppo o un moderatore non lo prevaricare. Ad esempio, non proporre al gruppo attività o idee che metteranno in moto tutta una serie di azioni e reazioni senza esserti prima confrontato con lui/lei.

10. Lo scopo non è rendere arido e poco emozionale il gruppo, ma renderlo uno strumento utile per gli scopi che ci si è prefissi. Leggere 50, 75 0 100 messaggi in una sola giornata non è semplice e può fiaccare la volontà anche della persona più volonterosa. Inviare tanti messaggi intasando la chat, essere prolissi e sconnessi da ciò che si sta discutendo nel momento, è uno dei metodi del sé inferiore per boicottare il gruppo. Anche non essere passivo e silenzioso a lungo è un modo per boicottare il gruppo: sana e moderata partecipazione. Il vero problema non è condividere troppo o poco, ma saper condividere quando è necessario dicendo cose pertinenti, soprattutto quando ci viene richiesto.

11. I messaggi vocali in alcuni casi possono aiutare maggiormente rispetto a quelli scritti. Se vuoi lasciare un messaggio vocale cerca di non utilizzare direttamente lo strumento offerto da Whatsapp. Ogni smartphone dispone di un applicazione per registrare i messaggi vocali: usa quell’applicazione in modo da poter riascoltare il messaggio, prima di condividerlo con il gruppo. Sii breve e chiaro.

12. Osservare la propria meccanicità:
– Cerca di non essere competitivo condividendo messaggi che mirano a sminuire quanto condiviso dagli altri.
– Non essere negativo o aggressivo quando rispondi ad un messaggio. Sii gentile.
– Non sottolineare solamente gli elementi negativi di una condivisione ma anche non esasperare gli aspetti positivi.
– Cerca di rispondere intenzionalmente senza reagire. Se ad esempio qualcuno dice qualcosa che non ti piace o che non condividi, prima di scriverlo nel gruppo cerca un confronto con la persona privatamente e poi, eventualmente, riporta la tua comprensione all’interno gruppo cercando di essere neutro e propositivo.
– Non ti prendere troppo sul serio perché non ci sono verità assolute ma stai anche attento allo scherzare perché può essere un modo sottile per sminuire il lavoro del gruppo.
– Fai attenzione al materiale che condividi con il gruppo.
– Non nutrire inutili polemiche o battibecchi all’interno del gruppo ma anzi aiuta a portare relatività.
– Evita il gossip.
– Stai attento ai giudizi o alle interpretazioni personali che dai ai messaggi.

Non esitare ad inviarci una email per farci sapere cosa ne pensi dei suggerimenti sopra condivisi o se ci sono delle correzioni che proponi.

Fabrizio Agozzino

You Might Also Like

Requisiti per iniziare a Lavorare

ARCANI MAGGIORI & MINORI

Anno sociale 2018-2019

Il Diavolo

Buddha ha detto

La Legge del Tre

Oltre la meccanicità

Arcani maggiori: il Papa

Invito alla ricerca e al viaggio

Auto osservazione e conoscenza di sé

Le strane coincidenze della vita

ZEROCHIACCHIERETOUR

Incontro online in video conferenza aperto a tutti

Scala & Relatività

Scuole e gruppi di lavoro

Etica e Quarta Via

Karma individuale

Guadagnare da ogni esperienza

Sogno Lucido

Biografia P.D. Ouspensky

Trasformazione della Sofferenza

La fede nel Lavoro

Tempo Esoterico

Olismo

L’arte della ricapitolazione

Oltre il Sogno

Koinè 2.0

Bisogno di menzogna!

L’Arte del Risveglio

L’Imperatore

Note sulla decisione di dedicarsi al Lavoro

Il cammino interminabile

Per breve tempo

L’Ottava Nota

Incontro online aperto: Trovare la gioia nel Lavoro

Workshop on-line in video conferenza

La natura del pagamento

Scopi ed Esercizi

Sfide esoteriche

Comprensione

Evolvere

Trarre profitto da tutto

Lavorare con tre centri: polpette di ceci!

Arcani Maggiori

Whiplash

Biografia di G.I. Gurdjieff

LA QUARTA VIA

Cosa sto cercando? Di cosa penso di aver bisogno? Di chi?

Fuoco Mistico

Cena & Aperitivo intenzionale

Lascia un commento