Reclamare il proprio diritto naturale
Video

Reclamare il proprio diritto naturale

Giu 17, 2018 No Comment

Il Sistema conosciuto come Quarta Via, afferma che il terzo stato di coscienza è un diritto naturale dell’uomo. Ecco due frasi estrapolate da Frammenti di un insegnamento sconosciuto, è Gurdjieff che parla:

“Non esiste evoluzione obbligatoria, meccanica. L’evoluzione è il risultato di una lotta cosciente. La natura non ha bisogno di tale evoluzione; anzi non la vuole e la combatte. L’evoluzione può essere necessaria soltanto a colui che si renda conto della sua situazione e della possibilità di cambiarla, e si renda conto che ha dei poteri che non usa e delle ricchezze che non vede. Ed è nel senso della presa di possesso di questi poteri e di queste ricchezze che l’evoluzione è possibile; ma se tutti gli uomini o la maggior parte di essi comprendessero questo e desiderassero di ottenere quello che loro spetta per diritto di nascita, l’evoluzione diverrebbe impossibile”.

E ancora…

“Il terzo stato di coscienza, costituisce il diritto naturale dell’uomo quale egli è, e, se l’uomo non lo possiede, è unicamente perché le sue condizioni di vita sono anormali. Senza esagerazione alcuna, si può dire che attualmente il terzo stato di coscienza non appare nell’uomo che a tratti molto brevi e molto rari e che non è possibile renderlo più o meno permanente senza un allenamento speciale”.

Questo diritto tuttavia per quanto naturale, deve essere reclamato dal ricercatore. Bisogna reclamare il diritto di essere presenti e vivere con pienezza la propria esistenza…

You Might Also Like

Cena esoterica: video

Il processo di rigenerazione

Associazione culturale Koinè: anno sociale 2018-2019

Per breve tempo

Evolvere

Buddha ha detto

I quindici punti: panoramica del Sistema Quarta Via

Il processo di guarigione

L’arte della ricapitolazione

MI 12: Amore Conscio

Oltre il Sogno

Iago e Otello

Essenza & Personalità: estratto dell’incontro aperto online

L’uomo numero quattro

Fuoco Mistico

Osservazione, Accettazione, Trasformazione

Lascia un commento